Thorne – The Parade

Per la prima volta vi recensisco qualcosa dalla Svizzera e fidatevi ragazzi, ne vale veramente la pena.

La band interessata si chiama Thorne ed è composta da Nadja Vogt e Chris Weber.
The Parade è il singolo da poco disponibile del loro prossimo album intitolato And the Lion’s Roaring from My Chest quindi possiamo sfruttarlo per iniziare a farci un’idea di cosa sarà questo disco.

Se c’è una cosa che amo delle band underground/semi-underground è certamente la loro voglia di sperimentare, di provare e di creare qualcosa di nuovo, è proprio ciò che le distingue dalla massa che si ascolta accendendo la televisione o di cui si legge su qualsiasi sito internet. Ed è proprio il genere il punto di forza di questi due ragazzi perché The Parade è un mix di davvero tutto. La componente folk è fortissima e la fa da padrona, ma il tutto in un’essenza pop/rock da panico.

Mi sono piaciuti? Decisamente e voglio sicuramente ascoltare l’album in uscita. Vorrei farvi una recensione più dettagliata, ma siccome si tratta solo di un singolo e non di un album intero lascio direttamente a voi i pareri.

https://soundcloud.com/lautstark/thorne-parade
http://www.thorne-music.com/

Annunci

Akuna Art – Poptronica Fantasy

Akuna Art è un fantastico progetto creato dalla mente di Philippe Duvignac.
Nato come un progetto di musica strumentale nel 2006 alla fine si è evoluto sino a ciò che è oggi… Ma non sono certo qua a raccontarvi la biografia che potete comodamente trovare sul sito ufficiale all’indirizzo http://www.akuna-art.net/propos.htm

Ora parliamo dell’album Poptronica Fantasy il cui titolo riassume decisamente il genere di riferimento. Si tratta infatti di un pop decisamente influenzato dall’elettronica, una sorta di electro-pop, ma in una chiave molto particolare.

L’album è molto lineare e si impone molto bene nel suo genere, vale decisamente l’ascolto dalla prima all’ultima traccia.

Se l’apertura Fly to The Moon introduce in modo totalmente dignitoso all’esperienza Up to You è veramente uno spettacolo.

Va fatto notare come vi siano tantissimi richiami alle sonorità elettroniche tipiche degli anni ’80, il tutto decisamente apprezzatissimo. Il lavoro fatto è davvero eccellente.

Le 4 cantanti (Audrey H., Isabelle Lalande, Maïa Lic and  Lea Milh) presenti alternativamente nelle varie tracce riescono a donare un’enorme varietà all’album oltre che essere tutte davvero molto talentuose.

Odio come sapete le recensioni traccia per traccia perché penso che un album vada scoperto soprattutto dall’ascoltatore, posso citarvi indubbiamente le mie canzoni preferite fra cui: Butterflies in My Head e Open Your Eyes, ma la scoperta del disco è tutta vostra, vi lascio intanto il link di Soundcloud per poterlo ascoltarlo e ricordatevi che è disponibile su tutti i principali store di musica online quindi supportate!

Link:

https://www.youtube.com/channel/UCWRLvq5sB3rp_1bLx8hFkJw
https://twitter.com/AKUNAART
https://www.facebook.com/pages/AKUNA-ART/180863801906
http://www.akuna-art.net